La Danimarca è una delle nazioni in Europa che consente un processo di costituzione di società semplice, con infrastrutture avanzate e un ambiente imprenditoriale che incoraggia la ricerca e lo sviluppo e le idee commerciali creative.

La stabilità della legislazione danese in materia di costituzione di nuove imprese non residenti e una politica fiscale affidabile sono la causa della crescente popolarità della registrazione di società nel Paese.

Procedura per la registrazione della società in Danimarca

Di seguito presentiamo una guida che evidenzia i principali passaggi necessari per aprire una società in Danimarca.

Scegliere una struttura giuridica per la vostra società danese

Secondo la legge danese sulle società per azioni e private, esistono tre tipi di società a responsabilità limitata (Kapitalselskab): le società per azioni, le società a responsabilità limitata (Anpartsselskab o ApS) e le società in accomandita per azioni. Sono tutti soggetti giuridici distinti e non collegati tra loro.

Una società a responsabilità limitata è di proprietà degli azionisti e l’assemblea degli azionisti è il potere definitivo della società. Tuttavia, gli azionisti controllano principalmente la società autorizzando e supervisionando il consiglio di amministrazione e il direttore generale.

In generale, solo la società è responsabile nei confronti dei creditori per i debiti aziendali e, una volta versato il contributo azionario, gli azionisti non hanno alcun impegno a contribuire ulteriormente al capitale della società.

Registrazione della società danese

La procedura è semplice e, una volta completata, l’azienda riceve un numero di registro centrale da utilizzare in tutte le comunicazioni con le autorità pubbliche.

Per registrare una società in Danimarca, i documenti fondamentali sono l’atto costitutivo e lo statuto, che includono dettagli importanti come la ragione sociale, la sede legale, l’oggetto sociale, i soci e le cariche direttive. In generale, un funzionario legale è una persona che redige i documenti dell’azienda.

Dopo la stesura dei documenti, il passo successivo è la creazione di un conto bancario danese. Questa è la fase più importante, poiché è necessario investire un capitale minimo di 40.000 corone danesi, per tutti i tipi di entità, prima di poter costituire una società. Inoltre, una volta che i documenti sono stati redatti dal funzionario legale e il capitale è sul conto bancario, il passo successivo è la registrazione presso il registro delle imprese danese.

La costituzione della società richiede in genere una settimana dopo l’invio della registrazione; non appena la società viene costituita, l’ApS riceve un numero CVR (Central Business Register), che è un numero di registrazione che tutte le società in Danimarca devono avere per essere identificate.

Registrazione presso le autorità fiscali Una volta registrata presso l’autorità commerciale, la nuova società deve essere registrata anche presso le autorità fiscali danesi, l’Amministrazione doganale e fiscale, SKAT, per dichiarare il proprio reddito.

Per molti investitori che avviano un’attività imprenditoriale, le norme fiscali locali e i regolamenti per la rendicontazione sono importanti quando si sceglie di stabilire la propria società in Danimarca. La Danimarca ha un’aliquota d’imposta sul reddito delle società del 22% e il motivo della tassazione è la residenza della società. Gli investitori devono tenere presente che le società che operano nel settore del petrolio e del gas sono soggette a un’aliquota d’imposta sul reddito delle società più elevata, fino al 25%.

Gli imprenditori che aprono una società in Danimarca devono rispettare le norme per la presentazione delle imposte, che comprendono la presentazione della dichiarazione dei redditi in formato elettronico entro sei mesi dalla fine dell’anno fiscale e il pagamento anticipato delle imposte, se necessario.

Ottenere permessi e licenze

In generale, non sono necessarie licenze per svolgere attività commerciali in Danimarca. Tuttavia, alcune professioni e attività richiedono la richiesta di un permesso e di una licenza per ottenere l’ammissione o l’autorizzazione.

Assumere dipendenti

Se desiderate assumere dipendenti locali, dovrete registrarvi come datore di lavoro, il che comporta il pagamento della previdenza sociale, dei compensi e così via, per i membri del personale appena assunti. Per evitare ritardi nell’assunzione e nel pagamento dei dipendenti, si consiglia di registrarsi come datore di lavoro subito dopo la costituzione della società. La Danimarca consente inoltre ai proprietari di aziende di assumere facilmente dipendenti stranieri o di trasferire i dipendenti esistenti nel Paese in caso di trasferimento dell’azienda.

Apertura di una filiale in Danimarca

Aprire una filiale in Danimarca è un processo semplice se si soddisfano alcuni requisiti, come la forma giuridica della società madre e l’ubicazione della società straniera, che deve essere nell’UE, nel SEE e, se si tratta di un Paese non membro, deve dimostrare che le società sono libere di aprire filiali in quel Paese. Almeno un manager deve essere residente in Danimarca o in un paese dell’UE o del SEE.

Gli investitori che desiderano registrare una società in Danimarca beneficeranno anche del fatto che il Paese è classificato tra i primi in Europa per facilità e semplicità di fare affari.

La forza lavoro ben formata e l’eccellente qualità della vita in Danimarca sono altre ragioni per la costituzione di società in Danimarca.

Se volete creare la vostra azienda danese, non esitate a contattare subito il vostro esperto Damalion.