Seleziona una pagina

Scrivania Damalion Qatar

Fare affari in Qatar

Il Qatar è un piccolo ma prospero Paese situato in Medio Oriente. Il Paese ha un’economia in espansione, un ricco patrimonio culturale e uno stile di vita lussuoso.

Il Qatar è noto per la sua stabilità politica, con un governo forte e stabile. Il Paese è membro di diverse organizzazioni internazionali, tra cui le Nazioni Unite e l’Organizzazione Mondiale del Commercio, che ne garantiscono l’adesione agli standard internazionali.

Fare affari in Qatar può essere un’opportunità redditizia per le aziende straniere. Il Paese è stato classificato come uno dei più ricchi al mondo, grazie alle sue abbondanti risorse naturali, tra cui petrolio e gas. Offre inoltre numerosi vantaggi alle imprese che desiderano stabilire una presenza nella regione.

In sintesi, il Qatar offre una serie di vantaggi alle imprese che desiderano stabilire una presenza nella regione, tra cui la posizione strategica, l’ambiente favorevole agli affari, la stabilità politica e l’alta qualità della vita.

Vantaggi di fare affari in Qatar

  • Il Qatar offre un ambiente favorevole alle imprese, con un’aliquota fiscale bassa e una normativa commerciale snella. Il governo ha inoltre attuato diverse iniziative per incoraggiare gli investimenti stranieri, tra cui l’introduzione di una nuova legge sugli investimenti.
  • Il Qatar ha una delle economie in più rapida crescita al mondo. Il Paese è noto anche per l’alta qualità della vita, con un’eccellente assistenza sanitaria, istruzione e infrastrutture.
  • Il Qatar ha una società multiculturale e una popolazione diversificata. Questa diversità ha contribuito a creare un ambiente aziendale vivace e dinamico che accoglie e abbraccia persone di diversa provenienza.
  • Il Qatar si trova in una posizione strategica tra l’Asia, l’Europa e l’Africa, che lo rende un luogo ideale per le aziende che desiderano espandere le proprie attività nella regione. La posizione del Paese lo rende anche una porta d’accesso al Consiglio di Cooperazione del Golfo (CCG) e al Medio Oriente in generale.
  • Il Qatar ha investito molto in infrastrutture e strutture per sostenere la sua economia in crescita. Il Paese dispone di sistemi di trasporto, di telecomunicazioni e di assistenza sanitaria di livello mondiale, nonché di parchi industriali e commerciali moderni e ben attrezzati.
  • Il Qatar dispone di una forza lavoro altamente qualificata e istruita, con un’attenzione particolare allo sviluppo dei talenti locali per sostenere la crescita economica del Paese. Il Paese attrae anche lavoratori espatriati qualificati da tutto il mondo.
  • Il Qatar è un Paese stabile e pacifico, con un clima favorevole agli affari e un basso tasso di criminalità. Il governo è impegnato a sostenere la crescita economica e ad attrarre investimenti stranieri nel Paese.
SISTEMA LEGALE

Il sistema giuridico del Qatar si basa su una combinazione di diritto islamico, diritto civile egiziano e diritto civile francese.

Il sistema giuridico del Paese è supervisionato dal Ministero della Giustizia, che ha il compito di redigere leggi e regolamenti, amministrare la giustizia e garantire che il sistema giuridico operi secondo i principi islamici.

La legge islamica è la fonte primaria della legislazione del Qatar e viene utilizzata per interpretare le leggi e i regolamenti civili.

Il Qatar ha anche un doppio sistema giudiziario composto da tribunali civili e tribunali della Sharia.

I tribunali civili si occupano di controversie civili e commerciali, mentre i tribunali della Sharia si occupano di questioni relative al diritto di famiglia e allo status personale.

Investimenti esteri in Qatar

Il Qatar è aperto agli investimenti stranieri e ha attuato diverse iniziative per attirare le imprese straniere nel Paese. Il governo ha istituito diverse zone franche e incentivi agli investimenti e ha snellito le normative commerciali per facilitare la presenza degli investitori stranieri nel Paese.

Gli investitori stranieri possono investire in un’ampia gamma di settori in Qatar, tra cui quello energetico, immobiliare e finanziario.

Secondo la legge sugli investimenti esteri del Qatar, gli investitori stranieri possono investire nella maggior parte dei settori dell’economia nazionale se hanno un partner qatariota che detiene almeno il 51% del capitale del veicolo di joint venture e se la società è costituita in conformità con le disposizioni della legge sulle società commerciali.

Gli investitori stranieri possono anche stabilire una presenza in una delle zone franche del Paese, come il Qatar Financial Centre (QFC) o il Qatar Science & Technology Park (QSTP). Queste zone franche offrono una serie di incentivi e benefici agli investitori stranieri.

Scelta dell’entità in Qatar

Gli investitori stranieri che desiderano fare affari in Qatar hanno diverse opzioni di struttura aziendale per stabilire le loro attività nel Paese.

Le strutture aziendali più diffuse in Qatar sono:

Società a responsabilità limitata (LLC) del Qatar

Una LLC è un’entità legale separata e offre una protezione di responsabilità limitata ai suoi proprietari in Qatar.

Caratteristiche

  • Una LLC richiede un minimo di due azionisti
  • Può avere fino a 50 azionisti.
  • Gli investitori stranieri possono possedere fino al 49% di una LLC, mentre il restante 51% è detenuto da cittadini del Qatar o da società di proprietà del Qatar.
  • Una LLC è un’entità legale separata, quindi può stipulare contratti, citare o essere citata in giudizio e possedere proprietà a suo nome.

Joint Venture in Qatar

Una joint venture è un’entità legale separata e offre ai suoi proprietari una protezione di responsabilità limitata.

Caratteristiche

  • Il partner del Qatar deve possedere almeno il 51% della joint venture, mentre l’investitore straniero può possedere fino al 49%.
  • Una joint venture deve essere registrata presso il Ministero del Commercio e dell’Industria.
  • Deve anche avere un accordo di joint venture che delinei i termini della partnership.

Società della zona franca in Qatar

Gli investitori stranieri possono anche creare una società in una delle zone franche del Paese. Una società della zona franca è un’entità legale separata e offre il 100% di proprietà straniera, esenzioni fiscali e regolamenti semplificati.

Caratteristiche

  • Si tratta di un’entità legale separata che offre il 100% di proprietà straniera.
  • Le società della zona franca sono situate in zone franche designate, come il Qatar Financial Centre (QFC) o il Qatar Science & Technology Park (QSTP).
  • Le società della zona franca offrono esenzioni fiscali, regolamenti semplificati e altri incentivi agli investitori stranieri.

Filiale in Qatar

Una filiale non è un’entità giuridica separata ed è interamente di proprietà di una società straniera.

Caratteristiche

  • Una filiale deve nominare un agente del Qatar che funga da collegamento con le autorità locali e si attenga alle normative locali.
  • Una filiale può svolgere attività commerciali in Qatar, ma è limitata alle attività specificate nella sua registrazione commerciale.
  • Non è considerata una sede permanente dal governo del Qatar.
  • Deve essere autorizzato dal Ministero dell’Economia e del Commercio.

Quando si sceglie una struttura aziendale in Qatar, è anche importante richiedere la consulenza legale e commerciale di esperti per garantire la conformità con le normative locali e ridurre al minimo i potenziali rischi. Contattate subito i vostri esperti Damalion e lasciate che vi aiutiamo.

BANKING

Il Qatar ha un sistema bancario ben sviluppato, regolato dalla Banca Centrale del Qatar (QCB), responsabile del mantenimento della stabilità monetaria e della supervisione del settore bancario del Paese. Il QCB è anche responsabile della definizione della politica monetaria, dell’emissione di valuta e della regolamentazione delle istituzioni finanziarie in Qatar.

Le caratteristiche principali dell’attività bancaria in Qatar includono:

Servizi bancari

Le banche del Qatar offrono una gamma completa di servizi bancari, tra cui conti correnti e di risparmio, prestiti, carte di credito, cambi e prodotti di investimento. Molte banche offrono anche servizi bancari online e mobili per una maggiore comodità.

Banca islamica

L’attività bancaria islamica è una forma popolare in Qatar, dove operano diverse banche islamiche. Le banche islamiche operano in base alla legge islamica, che vieta il pagamento o la ricezione di interessi (riba) e il finanziamento di attività considerate haram (proibite).

Banche in Qatar

Il settore bancario in Qatar è dominato dalle banche locali, ma vi sono anche diverse banche internazionali che operano nel Paese e che forniscono una serie di servizi sia ai privati che alle imprese.

Le banche del Qatar godono di solide valutazioni creditizie, con molte banche che ricevono un rating di A o superiore dalle agenzie di rating internazionali.

Le banche del Qatar offrono anche una serie di servizi in valuta estera, tra cui conti in valuta estera e servizi di cambio.

Centro finanziario

Il Qatar Financial Centre (QFC) è un centro finanziario situato a Doha che offre una serie di servizi finanziari, tra cui banche, gestione patrimoniale e assicurazioni. Il QFC è regolato dalla QFC Authority, che è responsabile della supervisione dello sviluppo e della regolamentazione del QFC.

Aprire un conto bancario in Qatar

Per aprire un conto bancario in Qatar, sia personale che per una società con sede in Qatar, i richiedenti devono avere un permesso di soggiorno. I richiedenti devono inoltre fornire alcuni documenti aggiuntivi, tra cui una fotocopia del passaporto, del visto di residenza, due fotografie e una lettera del datore di lavoro che indichi l’importo del denaro che verrà trasferito mensilmente sul conto. Nel caso di società di nuova costituzione in Qatar, sarà necessario un certificato di costituzione per aprire un conto bancario.

Una volta che tutti questi elementi sono disponibili, il processo di apertura del conto bancario sarà semplice.

Nel complesso, il sistema bancario del Qatar è ben regolamentato e stabile, con una gamma di servizi disponibili sia per i privati che per le imprese.

IMMIGRAZIONE

Elevato tenore di vita, reddito esente da imposte, diversità culturale, sicurezza e ambiente naturale meraviglioso. Questi sono solo alcuni dei numerosi vantaggi di trasferirsi in Qatar.

Se intendete trasferirvi e vivere in Qatar, dovete avere un permesso di soggiorno in corso di validità, che vi consentirà anche di riconoscervi legalmente.

Ottenere la residenza in Qatar

Se siete interessati a ottenere la residenza in Qatar, ci sono diverse opzioni disponibili a seconda delle vostre circostanze. Ecco alcuni modi per ottenere la residenza in Qatar:

  • Visto per motivi di lavoro: è riservato alle persone che hanno un’offerta di lavoro da parte di un’azienda del Qatar. Il datore di lavoro del richiedente può sponsorizzare la sua residenza in Qatar attraverso un visto di lavoro. Questo visto è generalmente valido per la durata del contratto di lavoro e può essere rinnovato se necessario.
  • Visto per affari: è destinato agli investitori o ai proprietari di imprese. Questo visto consente al richiedente di entrare e soggiornare in Qatar per un periodo determinato per svolgere attività commerciali.
  • Visto per famiglia: questo tipo di visto è destinato a persone che hanno membri della famiglia residenti o cittadini del Qatar. Questo visto consente di raggiungere i propri familiari in Qatar e di soggiornare per un periodo determinato.
  • Visto per pensionati: è destinato a persone che hanno superato i 60 anni di età e che dispongono di un reddito mensile minimo specifico. Questo visto permette di vivere in Qatar e di godere dei suoi servizi come pensionato.
  • Visto per proprietà: è destinato a persone che possiedono una proprietà in Qatar. Questo visto consente al richiedente di risiedere in Qatar per un periodo determinato ed è tipicamente legato alla proprietà di un immobile specifico.

Per ottenere la residenza in Qatar, è necessario soddisfare determinati requisiti e fornire la documentazione a sostegno della domanda. Si consiglia di rivolgersi a un professionista per farsi aiutare nella procedura. Contattate subito i vostri esperti Damalion e aiutateci.

REGIME FISCALE

Il Qatar ha un regime fiscale favorevole, senza imposte sul reddito delle persone fisiche o sulla sicurezza sociale.

Il Paese applica un sistema di tassazione territoriale, il che significa che una persona fisica è tassabile in Qatar se ha generato un reddito alla fonte dal Qatar, indipendentemente dalla sua residenza fiscale.

Ecco una panoramica del regime fiscale del Qatar

Imposta sul reddito delle società

Il Qatar ha un’aliquota fissa di imposta sul reddito delle società del 10% sui profitti realizzati dalle aziende che operano nel Paese. L’imposta si applica sia alle società qatariote che a quelle straniere, anche se sono previste esenzioni e incentivi per alcuni settori e attività.

Imposta sul valore aggiunto (IVA)

L’aliquota IVA standard del Qatar è del 5%. L’IVA si applica alla maggior parte dei beni e servizi, comprese le importazioni, ma esistono alcune esenzioni e voci a tasso zero, come l’assistenza sanitaria e l’istruzione.

Ritenuta d’acconto

Il Qatar non applica una ritenuta d’acconto sui pagamenti di dividendi o interessi, sebbene abbia una ritenuta d’acconto su alcuni tipi di royalties pagate a non residenti.

Accise

Il Qatar ha implementato un’accisa su alcuni beni ritenuti dannosi per la salute o l’ambiente, come il tabacco e le bevande energetiche. Le aliquote di accisa variano a seconda del tipo di prodotto.

Qatar Trattati fiscali

Il Qatar ha firmato diversi trattati fiscali con altri Paesi per evitare la doppia imposizione e promuovere gli investimenti transfrontalieri.

Il Qatar ha firmato trattati fiscali con oltre 80 paesi, tra cui Azerbaijan, Armenia, Barbados, Belgio, Bielorussia, Cina, Cuba, Croazia, Cipro, Francia, Germania, Guernsey, Hong Kong, Indonesia, India, Italia, Giappone, Giordania, Corea, Libano, Macedonia, Messico, Malesia, Marocco, Nepal, Portogallo, Pakistan, Russia, Romania, Senegal, San Marino, Seychelles, Sri Lanka, Singapore, Corea del Sud, Svizzera, Siria, Turchia, Tunisia, Regno Unito, Stati Uniti, Ucraina, Venezuela e Yemen.

Questi trattati fiscali hanno generalmente lo scopo di fornire un quadro per la cooperazione e lo scambio di informazioni tra il Qatar e l’altro Paese su questioni di natura fiscale e stabiliscono regole per la tassazione del reddito e dei profitti derivanti da attività transfrontaliere.

Alcune delle disposizioni chiave di questi trattati fiscali comprendono le regole per determinare la residenza fiscale di persone e società, la ripartizione dei diritti di tassazione tra gli Stati contraenti e la prevenzione dell’evasione e dell’elusione fiscale.

È importante notare che il regime fiscale del Qatar è soggetto a cambiamenti e che le aziende devono consultare professionisti fiscali qualificati per garantire la conformità con tutte le leggi e i regolamenti fiscali applicabili. Contattate subito i vostri esperti Damalion e lasciate che vi aiutiamo.

PROPRIETÀ INTELLETTUALE

Il Qatar dispone di un solido quadro giuridico per la protezione e l’applicazione dei diritti di proprietà intellettuale e il governo è impegnato a promuovere l’innovazione e la creatività attraverso l’effettiva protezione di tali diritti.

La protezione e l’applicazione dei diritti di proprietà intellettuale (PI) in Qatar sono disciplinate da una serie di leggi e regolamenti, tra cui:

  • Legge n. 7 del 2002 su marchi, nomi commerciali, indicazioni geografiche e disegni industriali,
  • Legge n. 9 del 2002 sul diritto d’autore e sui diritti connessi,
  • Legge n. 30 del 2006 sui brevetti e i disegni industriali, e
  • Legge n. 26 del 2005 sulla protezione dei segreti commerciali e del know-how.

I tipi di protezione della proprietà intellettuale (PI) disponibili in Qatar includono:

Marchi

  • Un marchio è un segno o un simbolo che distingue i prodotti o i servizi di un’azienda da quelli di un’altra.
  • Le condizioni principali perché un marchio sia accettato per la registrazione in Qatar sono l’unicità e la non contrarietà all’ordine pubblico.
  • I marchi sono registrati presso l’Ufficio Marchi del MEC (Ministero del Commercio) del Qatar.
  • In Qatar, i marchi possono essere registrati presso il Ministero del Commercio e dell’Industria per 10 anni, rinnovabili per ulteriori periodi di 10 anni.

Brevetti

  • Il brevetto è un monopolio legale concesso a un inventore per un’invenzione nuova e utile.
  • Per essere riconosciuto in Qatar, un brevetto deve essere nuovo, comportare un’attività inventiva, avere un’applicazione industriale e non essere in contrasto con l’ordine pubblico.
  • I brevetti sono registrati presso l’ufficio brevetti del MEC.
  • In Qatar, i brevetti possono essere registrati per 20 anni dalla data di deposito, previo pagamento di tasse annuali di rinnovo.

Disegni industriali

  • Il design industriale è l’aspetto ornamentale o estetico di un prodotto, come la forma, il colore o la struttura.
  • In Qatar, i disegni industriali possono essere registrati presso il Ministero del Commercio e dell’Industria.
  • I disegni e modelli industriali possono essere registrati per 5 anni, rinnovabili per ulteriori periodi di 5 anni, fino a un massimo di 25 anni.

Copyright

  • Il diritto d’autore protegge le opere letterarie, artistiche e scientifiche originali, tra cui libri, musica, dipinti e software.
  • In Qatar, la protezione del diritto d’autore è automatica dal momento della creazione dell’opera e non è necessaria la registrazione.
  • Tuttavia, i titolari di diritti d’autore possono registrare le loro opere presso il Ministero della Cultura e dello Sport per fornire la prova della proprietà e facilitare l’applicazione dei loro diritti.
  • La tutela del diritto d’autore in Qatar dura per tutta la vita dell’autore e per 50 anni solari dopo la sua morte, e non può essere rinnovata.

Segreti commerciali

  • Un segreto commerciale è un’informazione riservata che conferisce a un’azienda un vantaggio competitivo, come ad esempio gli elenchi dei clienti e le strategie di marketing.
  • In Qatar, i segreti commerciali sono considerati di proprietà del loro titolare.
  • In Qatar, i segreti commerciali possono essere protetti ai sensi della legge n. 26 del 2005 sulla protezione dei segreti commerciali e del know-how.
  • In Qatar non esiste un periodo di prescrizione per la protezione dei segreti commerciali.

Il Qatar offre una solida protezione per un’ampia gamma di diritti di proprietà intellettuale e le imprese che operano nel Paese dovrebbero adottare misure per proteggere i loro beni di proprietà intellettuale registrando i loro marchi, brevetti e disegni industriali e mantenendo una stretta riservatezza sui loro segreti commerciali.

LAVORO E OCCUPAZIONE

Il lavoro e l’occupazione in Qatar sono regolati dalla Legge sul lavoro n. 14 del 2004, modificata dalla Legge n. 13 del 2017, e dai relativi regolamenti attuativi. La Legge sul lavoro stabilisce i diritti e i doveri dei datori di lavoro e dei dipendenti nel Paese, comprese le disposizioni relative all’assunzione, alle condizioni di lavoro, ai salari, alle ferie, al licenziamento e alla risoluzione delle controversie.

Le principali disposizioni della Legge sul lavoro includono:

Contratti di lavoro

I datori di lavoro sono tenuti a fornire ai propri dipendenti contratti di lavoro scritti, che devono includere dettagli quali la natura del lavoro, la durata del contratto e la retribuzione. I contratti devono essere redatti in arabo e possono essere a tempo determinato o indeterminato.

In Qatar esistono due tipi principali di contratti di lavoro:

  • Contratti di lavoro a tempo determinato: Un contratto a tempo determinato è un contratto di lavoro a tempo determinato che specifica la data di inizio e di fine del periodo di lavoro. Questo tipo di contratto è comunemente utilizzato per lavori a progetto o per posizioni temporanee. La durata di un contratto a tempo determinato non deve superare i 5 anni e può essere rinnovato per uno o più periodi, ma la durata complessiva non deve superare i 9 anni.
  • Contratti di lavoro a tempo indeterminato: Un contratto a tempo indeterminato è un contratto di lavoro che non prevede una data di scadenza fissa. Questo tipo di contratto è comunemente utilizzato per le posizioni permanenti in Qatar. Un contratto a tempo indeterminato può essere rescisso da entrambe le parti, ma è necessario un preavviso. Il periodo di preavviso è determinato dall’anzianità di servizio del dipendente, con un preavviso minimo di una settimana per i dipendenti con meno di 5 anni di servizio e fino a 2 mesi per i dipendenti con più di 15 anni di servizio.

Sia i contratti a tempo determinato che quelli a tempo indeterminato devono essere redatti per iscritto e devono includere i termini e le condizioni di impiego, come le mansioni, l’orario di lavoro, la retribuzione e i diritti alle ferie.

Compensi, diritti e prestazioni lavorative in Qatar

  • Orario di lavoro: la settimana lavorativa standard in Qatar è di 48 ore e l’orario di lavoro non deve superare le 8 ore al giorno, tranne nei casi in cui il lavoro è necessario per prevenire una perdita o un grave incidente. I dipendenti hanno diritto a un giorno di riposo settimanale, che dovrebbe essere il venerdì, giorno ufficiale di riposo.
  • Salari: la legge sul lavoro stabilisce i salari minimi per i vari settori e i datori di lavoro sono tenuti a pagare ai propri dipendenti almeno il salario minimo.
  • Ferie annuali: i dipendenti hanno diritto a ferie annuali di 3 settimane per i primi 5 anni di servizio e di 4 settimane per più di 5 anni di servizio.
  • Congedo per malattia: i dipendenti hanno diritto a un congedo per malattia retribuito per un massimo di 2 settimane all’anno.
  • Congedo di maternità: le lavoratrici del Qatar hanno diritto a 50 giorni di congedo di maternità retribuito, che può essere preso prima o dopo la nascita del bambino.
  • Indennità di fine servizio: i dipendenti che hanno maturato almeno un anno di servizio presso il proprio datore di lavoro hanno diritto a un’indennità di fine servizio, che può comprendere una gratifica e altri benefici come il biglietto aereo e l’indennità di alloggio.
  • Assicurazione sanitaria: i datori di lavoro in Qatar sono tenuti a fornire ai propri dipendenti una copertura assicurativa sanitaria, che può includere prestazioni mediche e dentistiche.
  • Alloggio e istruzione: alcuni datori di lavoro possono fornire un alloggio o un’indennità di alloggio ai loro dipendenti come parte del loro pacchetto di lavoro. Alcuni datori di lavoro possono anche fornire assegni scolastici ai dipendenti con figli che frequentano la scuola in Qatar.
  • Benefici pensionistici: i dipendenti che hanno maturato almeno 5 anni di servizio presso il proprio datore di lavoro hanno diritto a una pensione, erogata dal Fondo pensionistico del Qatar.

Cessazione del rapporto di lavoro

I datori di lavoro possono licenziare i dipendenti per vari motivi, come licenziamento o scarso rendimento, ma devono fornire un preavviso e un motivo valido per il licenziamento. I dipendenti che vengono licenziati senza motivo possono avere diritto a un indennizzo.

Inoltre, i datori di lavoro in Qatar sono tenuti a rispettare la Legge sul lavoro e i suoi regolamenti attuativi, che stabiliscono gli standard minimi per le prestazioni lavorative. Tuttavia, alcuni datori di lavoro possono offrire benefici aggiuntivi per attrarre e trattenere i dipendenti.

State pensando di entrare nel mercato del Qatar?

Damalion assiste le persone giuridiche straniere nella creazione di un’attività in Qatar. Oltre ad aiutare i clienti a creare una società in Qatar, forniamo anche diverse soluzioni aziendali integrali, tra cui la conformità, la gestione delle entità, la contabilità, la tassazione, il supporto per le buste paga e molto altro ancora in tutto il Paese.

Se desiderate saperne di più sui nostri servizi e su come possiamo aiutarvi a rendere la vostra azienda del Qatar un successo, contattateci oggi stesso.

6 + 8 =

Vuoi saperne di più su Damalion Qatar Desk?

Damalion vi offre dalla consulenza su misura fornita da esperti direttamente operativi nei campi che sfidano il vostro business.

Vi consigliamo di dare informazioni al meglio, in modo da poter qualificare la vostra richiesta e rispondervi entro le prossime 8 ore.