Se state espandendo la vostra azienda in Cina, una delle vostre principali preoccupazioni potrebbe essere la creazione di una Wholly Foreign Owned Enterprise (WFOE), poiché si tratta di uno dei modi più popolari con cui le aziende globali entrano nel mercato cinese.

Per stabilire se una WFOE è il passo giusto per la vostra azienda, dovete comprendere tutte le opzioni disponibili e i relativi dettagli.

Che cos’è una WFOE?

L’impresa a capitale interamente straniero è un’entità commerciale con sede in Cina che consente alle industrie non cinesi di costituire una società a responsabilità limitata in Cina. Soprattutto, è il veicolo di investimento più popolare per le imprese non cinesi che vogliono espandere la propria attività in Cina. Sebbene esistano numerose strutture societarie a disposizione delle imprese non cinesi, la costituzione di una WFOE è il veicolo di investimento più privilegiato.

I vantaggi di una WFOE

I vantaggi della costituzione di una WFOE includono, ma non solo, i seguenti:

  • Una WFOE ha lo stesso significato di una società nazionale. Il vantaggio principale è che la legge vieta al governo cinese di dare priorità alle aziende cinesi.
    • Una WFOE ha il controllo esclusivo sulle risorse umane, a patto che queste rispettino la legge cinese.

Esistono tre diversi tipi di WFOE:

  1. WFOE di consulenza: è destinata ai servizi di consulenza ed è la WFOE più semplice da costituire.
  2. Trading WFOE o Foreign-Invested Commercial Enterprise (FICE): principalmente per scopi commerciali, di vendita all’ingrosso, al dettaglio e di franchising.
  3. WFOE manifatturiera: come dice il nome, è destinata alle attività manifatturiere.

Quali sono le alternative a una WFOE?

Se siete interessati ad avviare un’attività in Cina, avete tre alternative alla costituzione di una WFOE:

  • Joint venture: una joint venture è ideale per le aziende straniere che vogliono entrare in Cina e iniziare subito a operare con un partner locale. Le difficoltà sono minori rispetto alla costituzione di una WFOE e, in generale, la sua costituzione è più semplice. Ma il controllo è condiviso con il vostro partner in Cina.
    • Accordo di distribuzione: se il vostro obiettivo è vendere in Cina prodotti fabbricati in loco, potreste pensare di stipulare un accordo di distribuzione con il vostro produttore in Cina. Se intendete distribuire voi stessi i prodotti, avrete bisogno di una licenza commerciale diversa. Tuttavia, se volete che sia il produttore a produrre e distribuire i prodotti, il vostro accordo prevede un compenso per l’agenzia di vendita.

Passi per creareuna WFOE in Cina

Nome dell’azienda Approvazione

Il primo passo per la registrazione della WFOE è quello di concordare un nome appropriato. Soprattutto, in Cina vige una legislazione che impone determinati requisiti per la denominazione di una società da prendere in considerazione.

La legislazione cinese stabilisce alcune limitazioni relative a ciò che non è consentito inserire nel nome di una società o che può richiedere un’autorizzazione speciale da parte delle autorità governative.

Le regole non consentono l’uso di caratteri speciali e di parole esplicite che implicano operazioni commerciali in determinati settori.

I nomi delle società devono includere il nome della regione amministrativa di costituzione della società, il nome del marchio, il settore in cui opera la società e la denominazione sociale deve includere Company Limited.

Preparare i documenti per la registrazione della WFOE

Oltre ai moduli di registrazione, dovrete compilare tutti i contratti di locazione, la relazione sullo studio di fattibilità, le referenze bancarie, lo statuto, le copie dei passaporti degli investitori, il curriculum del rappresentante legale in Cina, una revisione annuale recente da parte del CPA della società madre e i codici doganali delle merci da importare o esportare, se pertinenti.

Oltre a quanto sopra, una WFOE manifatturiera deve presentare:

  • Dichiarazione di scopo e importo dell’investimento,
    • Struttura operativa della WFOE e numero di dipendenti,

Richiedere la licenza commerciale per la WFOE

È necessario richiedere una licenza al Ministero del Commercio (MOFCOM) e all’Amministrazione statale per l’Industria e il Commercio (SAIC o AIC).

Registrazione fiscale

Una volta ottenuta la licenza commerciale, è necessario registrarsi per le tasse presso gli uffici fiscali statali e locali. In Cina, l’Ufficio di Pubblica Sicurezza rilascia i “chops”, sigilli ufficiali che sostituiscono le firme. Per emettere fatture e ricevute fiscali, è necessario acquisire il chop della fattura.

Registrazione presso altre autorità

Infine, per poter avviare le operazioni commerciali in Cina, la WFOE deve essere registrata presso le autorità competenti. Queste autorità comprendono l’Ufficio per la supervisione tecnologica, l’Ufficio finanziario, l’Amministrazione statale e i cambi e l’Ufficio statistico.

Aprire conti bancari

L’ultima fase del processo di registrazione consiste nell’apertura di un conto bancario in valuta estera in Cina sul quale versare il capitale della WFOE. Molti istituti bancari globali hanno filiali in Cina e alcuni vi permetteranno di aprire un conto cinese e di trasferire fondi in questo modo. Inoltre, è necessario aprire un conto bancario in valuta estera per il conferimento e la conferma del capitale investito all’estero.

Non esistono regole sull’ammontare minimo del capitale sociale di una WFOE. Tuttavia, si raccomanda vivamente che l’investimento iniziale sia adeguato a sostenere la proposta di attività commerciale della WFOE. Di conseguenza, un investimento iniziale sufficiente dovrebbe consentire alla WFOE di operare in Cina per almeno un anno, senza il rischio di fallimento per le sue attività.

Se siete interessati alla creazione di una WFOE o se volete creare un altro tipo di società cinese, contattate subito il vostro esperto Damalion.